HomeTag Andrea Salonia

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2023/02/IMG-20230202-WA0000-640x640.jpg

Titanium

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Non è perfetto, ma la perfezione sa essere anche tanto noiosa. Ed è duro, marmoreo, capace che ti appoggia carichi da tonnellate sul cervello e sul cuore, così, come fossero piume, e invece non lo sono affatto. E poi è cupo, ma pure arioso, fin spensierato. C’è del torbido e c’è del limpido. Ecco, queste le sensazioni immediate dopo...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2023/01/IMG-20230119-WA00002-1-640x640.jpg

The disarmed god

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Ci sono momenti che non si dimenticano, mai. O almeno per me è così. Meglio: le immagini, i suoni, i rumori; le luci; i neri e i bianchi; il verde del prato; il grigio della pioggia battente; i colori tutti; il cicaleggio delle parole attorno; le persone uscite dalla TV, con le strisce rosse sul fianco delle ambulanze, quando...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2023/01/IMG-20230105-WA00012-640x640.jpg

The Evolution Man, Once Upon an Ice Age

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Difficile leggere un romanzo tanto acuto, sardonico, crudele e divertente al tempo stesso. Soprattutto pensando che è stato lì per un certo qual tempo, da qualche parte in una libreria grande o piccola, accolto su uno scaffale o appoggiato su un   espositore, più o meno in generosa mostra, e tutto ciò da almeno trent’anni nella nostra bella Italia. Senza che...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/12/IMG-20221215-WA0006-640x640.jpg

To adapt

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Ho letto Adattarsi, romanzo di Clara Dupont-Monod, pubblicato da Edizioni Clichy nella traduzione di Tommaso Gurrieri. Come lo abbia incrociato? Forse per quello strano fiore rosso in copertina? In realtà non lo so proprio, a testimonianza di come spesse volte le cose del vivere accadano in quell’esatto mentre in cui siamo intensamente indaffarati a far altro e un’immagine un...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/11/20221124_064548-640x640.jpg

The word dad

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Nulla. Non c’è niente da fare: il tema è il mio. Genitore. Padre. Madre. L’attesa. L’incognita. La sorpresa. Il dolore. La frustrazione. L’agitazione. L’inquietudine. Il senso di inadeguatezza. Il turbamento. La superficialità. Il subbuglio. I silenzi. Il silenzio tra due persone quando stanno bene, che ha una certa qual frequenza alta e vibrante – scrive Cavina – mentre quello di...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/11/20221110_090508-640x640.jpg

Brood

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Come resistere a un romanzo il cui titolo recita “Quattro galline” ? Io non sono riuscito: questa nuova scrittrice americana, Jackie Polzin, alla sua prima opera di parole, è stata davvero capace di catturare la mia attenzione. Lei, la copertina nera con una avvenente gallina di razza Dominicana, un geroglifico nero in campo bianco-crema, cresta e piccolo bargiglio rosso,...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/10/20221029_072103-640x640.jpg

Eggman

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Adoro le parole scritte che si stemperano nel bel mezzo degli ingredienti nella descrizione dei cibi che prendon vita. Vocali e consonanti insieme alla farina, allo zucchero e al sale. Al fianco dell’olio. Perfino con la maionese. Lo trovo un connubio talmente magico da diventare uno sposalizio bello e buono. E questo accade sia per il fascino che la mescolanza...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/10/IMG-20221013-WA0001-640x640.jpg

Girl, woman, other,

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Apro a caso, pagina 174: “…una cosa che ha imparato è che innamorarsi disperatamente, perdutamente è in realtà un processo molto selettivo…” L’avevo acquistato appena comparso nel radar degli occhi, circa un anno addietro; un poco per quella sua copertina molto Iris Apfel, occhiali grandi tondi e arancioni, capello corto, maglione a collo alto; un poco per quel titolo...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/09/20220929_092141-640x640.jpg

The jump of the anchovy

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ Camminare è perdersi e ritrovarsi, e tutte cose insieme. Farlo con lentezza, un passo e poi un altro, chilometri dopo chilometri, un giorno e poi quello dopo, lasciando che gli occhi vaghino attorno, e con loro i pensieri. Lo sapevo da sempre, ma è la maturità degli anni che si son accumulati sugli anni che me ne han dato piena coscienza....

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/09/20220915_070742-640x640.jpg

Forbidden games

The books chosen by Andrea Salonia This review is available only in the original language _________________________________________________________________________ È spietato. È feroce. È di una disarmante tenerezza, senza essere favola, senza essere fiaba. È tanto originale. Soprattutto è di una modernità che pare fantascienza. Perché GIOCHI PROIBITI venne scritto nel 1947, la seconda grande guerra era terminata da poco, la gente si leccava ancora le ferite, aveva gran voglia di vivere, e prendeva coscienza piena dell’orrore. Oggi siamo ancora...