HomeTag milano

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/05/Adobe_Express_20240522_1141010_1-640x640.png

Tatuaggio

“Sono nato per rivoluzionare l’inferno.” Il colchico d’autunno è una piccola pianta autunnale, di bello aspetto, quasi innocuo, simile allo zafferano, con l’unica contro indicazione che è velenosa. Confondere le due piante è molto facile, e se non si è pronti ad accorgersi dell’errore, il rischio è elevato. Questo è un po’ quello che è successo a noi con la lettura di questo libro.  Rapiti da un incipit intrigante, siamo subito dentro la storia con...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/05/Adobe_Express_20240516_1949280_1-640x640.png

T

“Vorrei che vi appassionaste a qualcosa che potrete fare per tutta la vita.” Una famiglia indiana residente nel Regno Unito si appresta a vivere un dolore impossibile da descrivere, che nessuno al mondo vorrebbe vivere. La morte della madre lascia tre piccole sorelle prive della figura più importante della loro vita. Il vortice in cui sono risucchiate coinvolgerà anche il padre, che dall’oggi al domani si trova ad affrontare una situazione più grande di lui....

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/04/Adobe_Express_20240418_1841110_1-640x640.png

Come le mosche d’autunno

“I tempi sono cambiati e gli uomini pure.” Testo antico, uscito in prima pubblicazione in Francia nel 1931, di atmosfere e ambientazioni ormai disabitate da quasi cent’anni di polvere e ragnatele. La protagonista del lungo racconto è l’anziana balia Tatjana Ivanovna, completamente devota alla famiglia Karin, dove ha visto crescere intere generazioni di ragazzi diventati in poco tempo uomini. Quasi come membro anziano della famiglia, difatti, sarà lei ad accompagnare i due ragazzi più giovani...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/04/Adobe_Express_20240410_2029030_1-640x640.png

È Oriente

“Siamo già stati in mezzo mondo: e allora perché ci sembra di non aver mai viaggiato prima?” Paolo Rumiz si conferma essere, anche in questo libro, la penna del viaggiatore errante che tutti vorremmo essere. Una prosa fluida che a tratti sconfina nella poesia, per lo specchio d’acqua di parole in cui invita il lettore a immergersi.  Il testo è un reportage di sei racconti che riportano diversi viaggi intrapresi dall’autore nell’est Europa a cavallo...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/03/Adobe_Express_20240321_2045050_1-640x640.png

Doveva essere il nostro momento

“Respira. Sei vivo.” Per chi conosce l’autrice, e ha letto anche i suoi lavori precedenti, questo libro può definirsi come quello che in gergo televisivo viene chiamato spin off, cioè dove i protagonisti apparivano in precedenza in altre storie come personaggi secondari. Attenzione però, perché l’ideale legame tra i libri si ferma qui, il resto del racconto è una storia a parte, con un inizio e una fine propri. I due protagonisti di cui parliamo...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2324/03/Adobe_Express_20240229_2041450_1-640x640.png

Ho paura torero

“Io ero un finocchio che mia madre gli aveva lasciato come castigo, diceva. Per questo mi picchiava duro.” Cile, Settembre 1986. Un paese in fibrillazione per l’anniversario del colpo di stato del Generale Pinochet. Da una parte abbiamo i dissidenti che con manifestazioni e attentati provano a non chinare la testa ad una delle più dure dittature latino-americane; dall’altro i militari che reprimono nel sangue ogni espressione di dissenso, senza fare differenze tra donne, anziani...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2300/02/Adobe_Express_20240210_1924480_1-640x640.png

Le città e i giorni

“Un’epoca in cui i peggiori vizi capitali – superbia, avarizia e invidia – erano stati elevati a irrinunciabili qualità professionali.” Due fratelli cresciuti nel medesimo ambiente familiare, con eguale quantità di amore ricevuto e possibilità di realizzare i propri sogni, decidono di intraprendere due vite personali e professionali agli antipodi. Il primo, Maurizio, architetto di successo di fama internazionale residente a Parigi con moglie e figlia, fino a quando non decide di accontentare il padre...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2400/02/Adobe_Express_20240214_1903320_1-640x640.png

La tregua

“Prima di cominciare a dimenticare, bisogna ricordare, bisogna cominciare a ricordare.” Alla fine della lettura di questo libro, sarete accompagnati da un solo sentimento: il rammarico per non averli scoperti prima, sia libro che autore. Le pagine sono simili alle increspature di un lago limpido, in cui sono riflessi i dolori del mondo, gli errori irreparabili, il peso delle responsabilità, i rapporti tra uomo e donna e le domande a cui nessuno vuole rispondere.  Un gioiello...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/02/Adobe_Express_20240208_2148020_1-640x640.png

La via del bosco

“VENERDÌ RE-VERSO” “L’impronta di una vita è ovunque.”   Un’antropologa malese, trapiantata in Norvegia, riesce a superare il lutto improvviso del marito grazie all’inaspettato incontro con il mondo dei funghi. Sembra che alla comunità dei lettori questo libro sia piaciuto molto: se ne elogia la delicatezza e il modo, inusuale ma ruscito, con cui sono stati accostati due temi in apparenza assai distanti, il lutto e la micologia. Siamo un po’ perplessi. Il libro scorre,...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2024/02/Adobe_Express_20240201_1410200_1-640x640.png

L’ora di greco

“Il gessetto si spezza in due ed entrambe le metà cadono a terra.” In una moderna Seoul, in cui la comunicazione corre su tutti i canali, il mondo di una donna affetta da mutismo derivante da una serie di traumi, entra in contatto con quello di un uomo reso cieco da una malattia degenerativa. Due vuoti sensoriali che si riveleranno anche due vuoti interiori, legati a ferite aperte che non riescono a far guarire, e...