HomeTag 1997

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/08/20200818_212220_0000-640x640.png

Il maestro sgarrupato

“Le case sono piene d’immondizia, le strade tutte secondarie, tutte scorciatoie che non portano da nessuna parte.” Continuazione ideale di quello che fu il primo successo dello stesso maestro Marcello D’Orta (io speriamo che me la cavo), il libro ne riprende molte delle tematiche e delle domande lasciate in sospeso.  Il libro è piacevole, si legge in un pomeriggio, ma non è così semplice come potrebbe sembrare; con uno stile d’altri tempi aiuta a riflettere...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/06/20200621_141358_0000-640x640.png

Il diario di Anna Frank

“Non ti puoi immaginare quanto è triste assistere impotenti allo spettacolo della sua solitudine.” Un classico è un classico, quindi ogni nostro commento potrebbe risultare superfluo o persino riduttivo. Per questo abbiamo deciso non soffermarci sulla storia che ha portato alla nascita del libro, o sulla trama, o sulla cifra stilistica adottata, piuttosto abbiamo preferito raccontare cosa ha significato per noi rileggerlo a distanza di anni. Il libro è una rassicurazione tardiva ma importante sulla...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/06/20200605_114119-640x640.jpg

Lucertola

“Non esiste una immagine al mondo dove tu non appari. Tu ci sei sempre.” Il libro è una raccolta di sei racconti. Sei storie di cuori e memorie. Sei anime erranti, ognuna con un passato troppo pesante da sopportare, un presente in cui sprofondare e un futuro da disegnare. Tre racconti sono scritti al maschile in prima persona, e tre al femminile, a dimostrazione della versatilità della scrittrice e della sua profonda  umanità. Una dote...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/04/20200409_191508-640x640.jpg

Le parole tra noi leggere

” – Ma a cosa ti serve essere intelligente?                                                           – A farmi compagnia con me stesso.”  Una carezza lunga oltre duecento pagine di una madre al figlio. È stata questa la sensazione che ci ha accompagnato nella lettura. Se vogliamo, una coccola già attesa, forse anche scontata,...