HomeTag roma

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/07/WhatsApp-Image-2022-07-28-at-07.02.41-640x640.jpeg

Storia del figlio

I libri scelti da Andrea Salonia _________________________________________________________________________ Di questo Storia del figlio in un’estate tanto afosa quanto insopportabile ricorderò soprattutto la freschezza delle parole. I giochi di sostantivi, verbi, aggettivi, articoli, pronomi, e tutte armoniosamente insieme, capaci di rappresentare sensazioni plastiche e vive, che si fan poi emozioni. Disegni acquarellati, oppure geometrici, come nel miglior Broadway Boogie Woogie di quel Piet Mondrian che disponeva solamente i gialli i rossi i bianchi e ancora i blu...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/05/20220526_090902_0000-640x640.png

Le case dai tetti rossi

“Finì in manicomio perché non sapeva dove andare.” Prendendo spunto dalla vendita della casa della Nonna ad Ancona, l’autore ripercorre le orme della memoria sul vicino manicomio dai tetti rossi (da cui il titolo). A sostenerlo nel racconto la ricerca di cartelle cliniche e il tornare dentro le case dai tetti rossi a distanza di anni, quando ormai le strutture  sono adibite ad altro uso.  Nella ricostruzione del mondo parallelo, al di là delle colonne...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/05/20220519_110845198-640x640.jpg

Piccola balena

Recensione di Alessia Colombo Tipologia: albo illustrato Tematiche principali: coraggio, viaggi, oceano, rapporto mamma/figlia Tecnica delle illustrazioni: carboncino Età consigliata: 2-8 anni   Balena Grigia e Piccola Balena partono dal tiepido mare del sud, la rotta è quella verso casa: le ricche e fredde acque del nord. Piccola Balena è molto curiosa e attraversando foreste di alghe e barriere coralline chiede: “È questa casa?”. Ma Balena Grigia prosegue oltre. Ben presto Piccola Balena si sente stanca, l’oceano si...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/04/20220421_070741-640x640.jpg

Nina sull’argine

I libri scelti da Andrea Salonia _________________________________________________________________________ La scelta di cominciare a leggere un romanzo piuttosto che un altro è legata a motivazioni molto diverse. Ciascuno di noi, infatti, ha un rapporto differente con i libri nel loro complesso, ma certo da qualcosa deve pur arrivare il là perché si cada proprio su quello e non su quell’altro. Su di me l’oggetto in sé esercita sempre una malia particolare. Nina sull’argine di Veronica Galletta mi ha...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/02/20220203_170456_0000-640x640.png

Primo amore e altri affanni

“VENERDÌ DI-VERSO” Ascoltavo come in sogno lo scrosciare delle onde e sapevo che avrei superato la prova della mia giovinezza e sarei stato perdonato.  Alcuni libri, che si leggono velocemente, pieni di vita eppure ariosi, freschi, varrebbe la pena descriverli con delle immagini piuttosto che attraverso le parole. Un’immagine che possa suggerire, forse, lo stato d’animo di chi, chiuso il libro, dopo l’ultima pagina, chiude anche gli occhi, per lasciare vibrare nell’aria il profumo della fine. E allora proviamo. Fine...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2022/01/20220103_091006-640x640.jpg

Il mostruoso femminile

Scritto da Ludovica Micalizzi _________________________________________________________________________ Per millenni dire donna è equivalso a dire mostro. La femminilità è stata capace di generare nei secoli una paura indomabile, implacabile e spesso incomprensibile. Partendo da tali assunti Jude Ellison Sady Doyle scrive quella che potremmo definire un’opera controcorrente: Il mostruoso femminile. Il testo non può essere definito un romanzo ma ugualmente non rientra nella categoria dei saggi; esso è infatti un’opera di decostruzione sistemica delle categorie figlia-moglie-madre (corrispondenti alle sezioni del libro) alle quali...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2021/12/20211202_180853-640x640.jpg

Il bacio della donna ragno

I libri scelti da Andrea Salonia _________________________________________________________________________ Partiamo dalla tecnica di scrittura: straordinaria; originale; unica; evocativa; provocatoria; confusamente fascinosa; chiara; intrigante; destruente; accattivante; irritante; piaciona; repellente; moderna; dialogata; intrecciata; respingente; antica; noiosa; vivace; urticante. Potremmo elencare molto altro dello scrivere di Manuel Puig, scrittore argentino che ci ha lasciati orfani delle sue parole ormai nel lontano 1990, ma il dettagliare le tecnicalità non mi appartiene. Sono le emozioni che la scrittura evoca, quelle sì mi coinvolgono fino alla commozione;...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2021/11/20211118_174601-640x640.jpg

La traversata

I libri scelti da Andrea Salonia _________________________________________________________________________ Mi è comparso davanti agli occhi per caso, un mattino di sole fuori e un fresco che aveva lasciato spazio ai primi caldi; leggevo da qualche parte, dove non lo ricordo neppure più bene; prima il tema, poi l’autore – Philippe Lançon – e da ultimo sono andato a cercare il titolo: La traversata. Un colpo di fulmine, e certo non perché il signor Lançon fosse uno dei...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2021/11/20211107_223212-640x640.jpg

La vita bugiarda degli adulti

Scritto da Ludovica Micalizzi _________________________________________________________________________ La presa di coscienza che il tranquillo mondo nel quale siamo sempre vissuti è solo una grande menzogna è, probabilmente, la frase che meglio sintetizza la trama de La vita bugiarda degli adulti romanzo di Elena Ferrante, autrice nota al grande pubblico per la quadrilogia L’amica geniale. La protagonista è Giovanna, un’adolescente degli anni Novanta, unica figlia di una coppia di insegnanti che la crescono in ossequio a ideali liberali...

https://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2025/10/20211020_192114-640x640.jpg

Sangue di Giuda

I libri scelti da Andrea Salonia _________________________________________________________________________ Son solo pochi giorni che è morto il signor Carlo Vichi, quello dei televisori MIVAR, fatti di bulloni, transistor e fatica soltanto italiani. Aveva 98 anni. Ora, chi non ha mai avuto un MIVAR in casa, o almeno la sua famiglia? Io ne ho avuto uno grigio perla, un bel rettangolo davanti e la coda dietro che pareva un pavone per tanto lunga era. È stato il televisore...