HomeTag Bompiani

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/11/WhatsApp-Image-2020-11-06-at-07.04.58-640x640.jpeg

Tipi non comuni

“I due sussurravano con la familiarità di soldati esperti, cosa che erano, non come ragazzi di ventidue anni, cosa che erano.” Diciassette storie brevi, tanti personaggi diversi uno dall’altro, di cui viene descritta la normale straordinarietà delle loro vite. Il sogno americano, visto dall’interno, descritto nella routine della quotidianità e nel piacere delle piccole conquiste. Una serie continua di perfetti quadri familiari (anche quando non vorrebbero esserlo), in cui a venire fuori è il cuore...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/09/20200927_202715-640x640.jpg

La mezzaluna di sabbia

Scritto da Lucia Bandini _________________________________________________ Non è la trama (sebbene davvero ben costruita) a colpirmi di questo giallo. Non è il paesaggio calabrese né l’uso del dialetto. Non è il protagonista, Gori Misticò, un personaggio strano, non solo per il nome buffo: maresciallo dei carabinieri, ma in aspettativa, fa la spola tra la sua Calabria e uno stimato ospedale di Milano per curare una malattia che non sembra voler mollare la presa, mentre riflette dubbioso sull’ideale di giustizia e su...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/08/20200826_203745-640x640.jpg

Gli indifferenti

Scritto da Roberta Tamma _________________________________________________   Gli indifferenti è il primo romanzo di Alberto Moravia, scritto a soli 18 anni, pubblicato nel 1929 ma cominciato già nel ‘25. In questo romanzo egli narra degli scorci di una famiglia borghese romana durante gli anni del fascismo. Nonostante ciò fosse fuori dal suo intento, con questo romanzo l’autore anticipò la corrente neorealista italiana poiché è implicita la critica sociale all’interno del romanzo.  Egli però fu molto influenzato...

http://www.booktomi.com/wp-content/uploads/2020/07/20200704_170111_0000-640x640.png

Uto

“Dovreste fare come se l’anno finisse ogni giorno. Come se finisse ogni ora. Ogni minuto. Ogni minuto dovreste pensare che l’anno sta per finire.” Uto Drodemberg. Basta il solo nome per disegnare il fascino del protagonista del libro. Un personaggio spigoloso, forse in parte infantile in alcuni atteggiamenti, ma di cui è veracemente difficile non innamorarsi già della prime pagine. Ironico, sagace e alla ricerca della verità capace di annientare l’ipocrisia e le sovrastrutture relazioni...